CONVEGNO

Cure integrate del dolore cronico,

 Domenica 26 Novembre, ore 19.00 Area Dimostrazioni, Padiglione I, primo piano

Durante la conferenza sarà proposta ai partecipanti la compilazione di un questionario informativo, per rilevare i bisogni dell’utenza rispetto al tema “cure integrate del dolore cronico”, allo scopo di produrre un servizio giornalistico per interagire e sensibilizzare l’utenza, il legislatore e le amministrazioni pubbliche preposte alla programmazione ed organizzazione della rete di cure per il dolore.

Un’iniziativa della associazione onlus inVita laVita, che dal 2010 si occupa di promuovere la Salute Globale intesa come Stato di Completo Benessere Fisico, Mentale e Sociale, e non la mera assenza di malattia o infermità.

Quante sono le persone che quotidianamente, direttamente o in famiglia, affrontano problemi correlati al dolore cronico? Quante esperienze di grande solitudine e di confusione nelle quali diventa difficile esercitare il proprio diritto e la propria libertà di curarsi in modo efficace ecologico ed integrato? Il dolore cronico interessa tutte le sfere della persona: quella fisica, quella psicologica, quella spirituale e quella sociale, pertanto deve essere affrontato nella sua globalità con strumenti che possano intervenire su tutti gli aspetti coinvolti.

Il dottor dr. Roberto Cherchi Direttore Scientifico “inVita la Vita – onlus” ci dice che con questa iniziativa, inVita laVita vuole offrire degli spunti di riflessione su base scientifica di alcuni approcci olistici al dolore cronico.

“Inizieremo con la proiezione del Film “Relegalized”, che vi racconterà, partendo dalla storia antica della Cannabis, spiegata e commentata dal neurofarmacologo cagliaritano prof. Gessa, come è stato affrontato in Oregon e California il problema della ri-legalizzazione, con uno sguardo anche al punto di vista economico, raccontato dal regista Francesco Bussalai.

Il dr. Sergio Mameli, presidente della Federdolore-SICD (Società Italiana Clinici del Dolore), interviene sui numerosi strumenti della medicina ufficiale per combattere il dolore cronico. Riporteremo la Cannabis al suo ruolo misconosciuto di fitoterapico con la farmacista, omeopata e fitoterapeuta, dr.sa Cristina Porcu. Il maestro Daniele Takeshi Kenzo spiegherà in quale modo Reiki e Meditazione possono coadiuvare il trattamento del dolore cronico e quali sono le esperienze sul loro utilizzo nel mondo, in Europa e in Italia, anche negli ospedali pubblici. La dr.sa Carla Campanelli, anestesista, agopuntrice, ci parlerà di un approccio della medicina tradizionale cinese.La Maestra di Tango Argentino, Monica Spanu esporrà l’efficacia della Tangoterapia.

Esploreremo il trattamento dell’aspetto familiare e sociale del dolore attraverso il metodo ecologico sociale dei Club multifamiliari di auto-mutuo-aiuto con la dr.ssa Caterina Melis, psicologa psicoterapeuta. Infine vi offriremo uno spunto sul ruolo fondamentale dell’equilibrio psico-fisico-spirituale nella percezione e nel trattamento del dolore cronico attraverso la visione della “Sintesi Personale” con  Benedetta Veroni, Counselor e co-autrice dell’omonimo libro, che ha sviluppato questo metodo.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Ore 19:00 – 19:20: presentazione Presidente Gabriella Manca, Regista Francesco Bussalai, Direttore scientifico Roberto Cherchi, Moderatore Giorgio Galleano.

ore 19:20 – 20:30: proiezione del docufilm “Relegalized” di Francesco Bussalai

ore 20:30 – 20:40: confronto regista/pubblico (domande e risposte)

ore 20:40: “Scelta terapeutica per controllo dolore cronico” relazione dr. Sergio Mameli

ore 20:45: “Cannabis: un fitoterapico misconosciuto” dr.ssa Cristina Porcu

ore 20:50: “Reiki e Meditazione” Master Daniele Takeshi Pinna

ore 21:00: “Agopuntura” dr.ssa Carla Campanelli

ore 21:05: “Club multifamiliari” dr.ssa Caterina Melis

ore 21:10: “Sintesi Personale” Benedetta Veroni

ore 21:15: “Tango Terapia” Monica Spanu

ore 21:20: dibattito col pubblico

Durante la conferenza sarà proposta ai partecipanti la compilazione di un questionario informativo, per rilevare i bisogni dell’utenza rispetto al tema “cure integrate del dolore cronico”, allo scopo di produrre un servizio giornalistico per interagire e sensibilizzare l’utenza, il legislatore e le amministrazioni pubbliche preposte alla programmazione ed organizzazione della rete di cure per il dolore.