Al Festival Scirarindi 2017 all’interno del percorso tematico “Quale Lavoro”, si terrà l’incontro

Disoccupazione, sottoccupazione e precarizzazione: dall’Etica del lavoro della Costituzione del ’48 all’etica autoritaria dei Trattati Europei. Perché e per chi?

Avvocato Mario Giambelli Gallotti,

Introduce: Mauro Scardovelli

Domenica 26 Novembre ore 16.00 SALA D Palazzo dei Congressi

Dopo una premessa sui differenti concetti di etica umanistica ed etica autoritaria e sull’importanza pratica di tale distinzione, esamineremo come la stessa si traduce, a livello legislativo, nelle norme della Costituzione del 1948 riguardanti il principio di eguaglianza sostanziale (art. 3, comma 2°) e quello lavorista (art.li 1 e 4), e nelle norme dei trattati europei inerenti al lavoro. La comparazione renderà evidente come l’elevato tasso di disoccupazione, la sottoccupazione e la precarizzazione del lavoro che caratterizzano i nostri tempi non siano affatto casuali, bensì strumentali al principale obiettivo dell’Unione europea, ovvero “la stabilità dei prezzi”, enunciato a chiare lettere negli art.li 3, comma 3°, TUE; 119, commi 2° e 3°, e 127 TFUE. Milioni di disoccupati, sottoccupati e precari per mantenere i prezzi stabili. A chi giova tutto ciò?

 

Mario Giambelli Gallotti