Originario di Napoli  dove è nato nel 1950, ma ha vissuto  in Liguria fino ai primi anni 60 poi trasferito a Roma fino al 76 da allora  ad oggi in Sardegna.

Dopo il diploma in elettronica  e  dopo   tre anni di scuole di alta specializzazione in tecnologie elettroniche informatiche,  ha  frequentato per  alcuni anni la facoltà di Fisica dell’università di Roma, successivamente   si è occupato di  tecniche Radar  e sistemi complessi integrati  per la navigazione aerea per   cinque  anni presso un’azienda nazionale di  elettronica del settore.  Nel 1976 ha fondato la Società Teletron Dal 1980  ha continuato ad approfondire autonomamente fino ad oggi temi  legati professionalmente alla prevenzione degli incendi boschivi attraverso lo studio e la ricerca  su  tecnologie complesse coperte da numerosi brevetti, realizzate e riconosciute  a livello nazionale ed internazionale, coinvolgendo  anche prestigiose Università italiane e straniere  , dedicando  prevalentemente la maggior parte della vita alla salvaguardia dell’ambiente ritendolo   un bene primario in armonia con l’uomo e tutti gli esseri vegetali ed animali.

Proveniente da una famiglia di ingegneri,il nonno(  Ing Guglielmo De’ Rossi di Castelpetroso ) è stato   tra i fondatori dell’associazione elettrotecnica Italiana (AEI) e ideaore della funicolare di Napoli (quella a cui è stata dedicata la canzone funicolì funicolà) e la funivia   dell’Abbazia di M Cassino.

La grande passione per la meditazione, lo yoga, ed altre discipline legate alle energie sottili  ma sempre filtrate da un accurato interesse scientifico, gia dai primi degli anni 70, ha determinato un  forte desiderio  di   studiare  la  correlazione con   svariati temi legati alla medicina,alle biorisonanze ,dalla fisica tradizionale ,a quella quantistica,alla nutrizione , in relazione anche  con  le  intonazioni musicali, ed  alla memoria dell’acqua , approfondendo gli  studi di alcuni  scienziati  quali Emilio del Giudice, Giuliano Preparata, Mark Enry, Masaru Emoto, Teruo Higa ,i grandi delle energie sottili , quali Master Choa Kok Sui, e condividendo il pensiero dei grandi mistici Indiani.

Giorgio Pelosio  parlerà sul tema della prevenzione degli incendi boschivi,  sulla base di un  esperienza  consolidata ,quasi quarantennale,  tale strategia basata sull uomo e la tecnologia   può consentire la drastica riduzione degli eventi dolosi (la maggior parte) e gestire quelli di tipo colposo  trasformando il business del fuoco che dura alcuni mesi in quello della prevenzione e ricostruzione che dura tutto l’anno per una Sardegna sempreverde.